DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

domenica 18 agosto 2013

Geografia - Le regioni d'Italia - Emilia Romagna - Spiegazioni e prova di verifica per la classe quinta della scuola primaria


Emilia Romagna


La parte occidentale della regione da Piacenza è detta Emilia,mentre la zona orientale è chiamata Romagna.
La pianura occupa circa la metà del territorio. A sud si trovano le colline e l'Appennino Settentrionale con il Monte Cimone (2.165 metri). Molti dei fiumi che nascono sull'Appennino sono affluenti del Po: il Trebbia, il Taro, il Secchia, altri si gettano direttamente nell'Adriatico come il Reno.


Il clima
Il clima è rigido d'inverno e fresco d'estate, in pianura è continentale con inverni freddi, frequenti nebbie ed estati calde e afose. Nel litorale costiero bagnato dal Mare adriatico il clima è più mite.


La flora
L'Emilia offre un'immensa distesa verde dove si coltivano: cereali, barbabietole da zucchero, canapa, lino; nei campi si trovano magnifici vigneti e alberi da frutta: peschi, susini e i celebri ciliegi di Vignola. Sui monti appenninici troviamo fitti boschi e castagneti. Notevole anche la produzione d'ortaggi.


La fauna
Nei fiumi dell'Emilia Romagna vivono varie specie di pesci: la trota, la tinca, la carpa, lo storione, l'anguilla, l'anatra selvatica. In pianura, nelle fattorie, è proficuo l'allevamento di bovini e suini di ottima qualità che hanno reso famosa questa regione in tutto il mondo. Tra gli animali selvatici vi si trovano lepri, cervi, daini, caprioli.


I prodotti della regione


L'agricoltura è particolarmente sviluppata grazie alla conformazione del territorio e alla laboriosità e capacità organizzativa degli abitanti. Si coltivano grano, mais, barbabietole da zucchero, frutta di vario tipo: pere, pesche, ciliegie, albicocche, nocciole. Particolarmente diffuso l'allevamento di bovini e suini da cui si ricavano pregiati insaccati esportati in tutto il mondo. Notevole la produzione di latte e formaggi tra cui il più famoso è l'ottimo Parmigiano Reggiano, ma anche pasta, conserve, salumi di vario tipo.
Di rilievo l'estrazione e la produzione di metano. Occupa un posto di rilievo per l'economia della regione il turismo balneare nelle note località di Rimini, Riccione e lungo la riviera romagnola. Proficua e di livello la produzione vinicola di Lambrusco, San Giovese, Trebbiano, particolarmente apprezzati anche all'estero.


Le città più importanti


Lungo la via Emilia sorgono le città più importanti: Piacenza, Reggio nell'Emilia, Modena, Forlì, Cesena, tutti centri agricoli, industriali e commerciali.
Lungo il litorale si trovano Ravenna e Rimini densamente popolate. Ferrara e Ravenna sono famose città d'arte. Altre belle città sono: Parma, Piacenza, Modena. Il capoluogo di regione è Bologna che ha una cucina molto ricca, per cui è detta “la grassa”. Rinomata è l'Università di Bologna, la più antica d'Europa.


Se vai in vacanza In Emilia Romagna non dimenticarti di assaggiare i tortellini emiliani, i cappelletti, le gustose lasagne, il formaggio parmigiano.


Prova di verifica – Questionario

Rispondi alle seguenti domande:
  1. Quali sono le caratteristiche principali del territorio dell'Emilia Romagna?
  2. Quali sono i monti e i fiumi più importanti?
  3. Com'è il clima?
  4. Da cosa è composta la flora?
  5. Quali specie di animali vi vivono?
  6. Quali sono le principali industrie?
  7. Quali sono le città più importanti?
  8. Se andassi a visitare l'Emilia Romagna dove ti recheresti?




Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento