DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

venerdì 22 marzo 2013

Lettura e comprensione del testo: "Storie un po' matte".









Lettura e comprensione del testo

Storie un po' matte
Una bambina si comprò un lecca lecca di zucchero caramellato. Ne scelse uno piccolo perché quelli a righe rosse e blu con disegni a fiorellini erano un po' cari. Poi si avviò verso casa succhiando lentamente il suo lecca lecca perché voleva che durasse a lungo. Ad un tratto la bambina inciampò in un sasso e il lecca lecca le cadde tra le ortiche.
La bambina prese un bastone per cercarlo meglio e, quando lo trovò rimase a bocca aperta: il lecca lecca era tre volte più grande di prima!
Le ortiche lo avevano talmente punto che era grosso come un pallone. La bambina lo riprese e ricominciò a leccarlo senza preoccuparsi di andare piano.

Comprensione del testo
  1. Perché la bambina scelse un lecca lecca piccolo?
  2. Perché la bambina succhiava lentamente?
  3. Perché il lecca lecca le cadde a terra?
  4. Perché la bambina prese un bastone?
  5. Perché il lecca lecca era diventato grosso come un pallone?
  1. La bambina scelse un lecca lecca piccolo perché quello grande costava troppo.
  2. La bambina succhiava lentamente perché voleva che il lecca lecca durasse a lungo
  3. Il lecca lecca le cadde a terra perché la bambina si inciampò su un sasso.
  4. La bambina prese un bastone per non pungersi e cercare meglio il lecca lecca caduto tra le ortiche.
  5. Il lecca lecca era diventato grosso come un pallone perché era stato punto dalle ortiche.
Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento