Festa del Papà





Il 19 marzo è la Festa del Papà, gli regalo una descrizione. Eccone un esempio.

Il mio papà
Ecco entrare papà in casa tutto bagnato! Oggi piove, ma il mio papà va lo stesso in moto perché dice: "Trovo prima il posto quando vado negli uffici". Si chiama Gianni.
Ha la corporatura leggermente robusta ed è abbastanza alto. Ha i capelli di colore nero, gli occhi di colore grigio-verde come il mare, il naso è normale, il viso è ovale. Porta gli occhiali come me. Io gli voglio bene perché è paziente, gioca volentieri e io a volte ne approfitto.
E' gentile, sensibile e non si arrabbia quasi mai.
Una domenica quando mi svegliai mio papà mi disse: "Preparati andiamo a giocare a tennis". Io mi preparai e partimmo. Arrivammo al campo di tennis e mi mostrò la racchetta nuova e le palline. Io non sapevo giocare ma lui con la sua pazienza e disponibilità mi disse come fare e pian piano imparai a giocare e adesso ci divertiamo un sacco.
Quella domenica non me la dimenticherò mai perché papà si è dimostrato veramente buono.

Il tema è tratto dal libro "Il maestro sembra un clown" di Ercole Bonjean ed. CEI novembre 1996.

Visualizza e stampa con Google Docs

Commenti

Post popolari in questo blog

Primi giorni di scuola in classe quarta - italiano

Primi giorni di scuola in classe terza - italiano

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Esercizi di analisi logica per la scuola primaria

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Primi giorni di scuola in classe seconda - italiano

Le origini della nascita della Terra: il Big Bang.

Che cos'è la geografia?

I nomi concreti e i nomi astratti