L'enunciato minimo






Gli enunciati minimi sono tutti al singolare, ricopiali al plurale.

Il passero cinguetta.
Il nonno passeggia.
La penna è caduta.
La goccia cade.
La mamma legge.
Il campanello suona.
Il contadino semina.
Lo scoiattolo rosicchia.
La viola profuma.
Lo zaino pesa.

I passeri cinguettano.
I nonni passeggiano.
Le penne sono cadute.
Le gocce cadono.
Le mamme leggono.
I campanelli suonano.
I contadini seminano.
Gli scoiattoli rosicchiano.
Le viole profumano.
Gli zaini pesano.

Gli enunciati minimi non sono ben concordati. Riscrivili in modo corretto modificando il numero del soggetto o del predicato.

La bambina saltavano la corda.
Luisa hanno suonato il pianoforte.
L'impiegato scrivono a macchina.
Le tigri insegue la preda.
I treni arriva in stazione.

La bambina saltava la corda.
Luisa ha suonato il pianoforte.
L'impiegato scrive a macchina.
Le tigri inseguono la preda.
I treni arrivano in stazione.

Visualizza e stampa con Google Docs

Commenti

Post popolari in questo blog

Il testo narrativo fantastico: "Babbo Natale e le renne", scheda con lo schema del lavoro.

L'albero di Natale (leggenda) - Analisi del testo

Riflettere sul vero significato del Natale

"La stella cometa" - La poesia, il lavoro in classe.

Babbo Natale e le renne - Scheda di verifica per la lettura e la comprensione del testo: I bimestre classe terza,

Comprendo, illustro, memorizzo la poesia "Regalo di Natale"

"E' Natale" di Ercole Bonjean

I migliori racconti di Natale del sito "Didattica scuola primaria"

Racconto di Natale: "A letto con la febbre" di Ercole Bonjean

I nomi concreti e i nomi astratti