DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

lunedì 14 gennaio 2013

Il punto interrogativo e il punto esclamativo (classe seconda)




Giovedì 20 maggio 1993
Punto interrogativo e punto esclamativo

Il punto interrogativo e il punto esclamativo sono i segni di punteggiatura che servono ad indicare una particolare intonazione di voce.
Il punto interrogativo si mette al termine di una frase per far capire che si pone una domanda.
Il punto esclamativo si mette al termine di una frase per esprimere meraviglia, paura, gioia, stupore ecc.

Esempio:
- Dove abiti?
- Io abito in via San Francesco.

Scriviamo alcune espressioni con il punto esclamativo, specificando che cosa esprimono.

Esempio:
- Che fifa! (paura)
- Che bella festa! (gioia)
- Al ladro! (paura)
- Oh, chi si rivede! (meraviglia)
- Che bel regalo! (sorpresa)
- Poveretto! (dolore)


Visualizza e stampa con Google Docs
Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento