Il punto interrogativo e il punto esclamativo (classe seconda)




Giovedì 20 maggio 1993
Punto interrogativo e punto esclamativo

Il punto interrogativo e il punto esclamativo sono i segni di punteggiatura che servono ad indicare una particolare intonazione di voce.
Il punto interrogativo si mette al termine di una frase per far capire che si pone una domanda.
Il punto esclamativo si mette al termine di una frase per esprimere meraviglia, paura, gioia, stupore ecc.

Esempio:
- Dove abiti?
- Io abito in via San Francesco.

Scriviamo alcune espressioni con il punto esclamativo, specificando che cosa esprimono.

Esempio:
- Che fifa! (paura)
- Che bella festa! (gioia)
- Al ladro! (paura)
- Oh, chi si rivede! (meraviglia)
- Che bel regalo! (sorpresa)
- Poveretto! (dolore)


Visualizza e stampa con Google Docs

Commenti

Post popolari in questo blog

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'autunno.

L'autunno

Che cos'è la storia?

Che cos'è la geografia?

Poesie sull'autunno

Schema utile alla descrizione di un ambiente naturale.

L'autunno (disegni, frasi, fumetti)

I frutti dell'autunno

Dettato: "Autunno in città". Lettura e comprensione del testo: vero o falso?

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta