DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

sabato 9 luglio 2011

Verifica di italiano: Tema "Caro diario ..."









Verifica di italiano
Tema
Caro Diario,

Caro Diario,
oggi ti confesso una cosa, sono gelosa, e già, sono molto gelosa! Lo sono perché mia mamma si sta, da quando è nata, occupando solo di mia sorella. Quando le chiedo una cosa lei non mi sta neanche a sentire.
Ti racconto un episodio che è successo poco tempo fa, che rabbia quando ci penso!
E' successo la prima volta che la mamma mi ha affidato mia sorella perché doveva andare al lavoro.
Ora ti racconto tutto per filo e per segno. La mamma mi disse: “ Mi raccomando abbi cura di tua sorella perché se le succedesse qualcosa io non riuscirei a sopportarlo”, e io: “ Va bene mamma, non la perderò neanche un attimo di vista”. Lei se ne andò e io rimasi lì a tenere a bada mia sorella che è veramente molto carina. Io non sapevo cosa fare perché mia sorella aveva molto sonno.
La presi in braccio e cominciai a cantare una ninna nanna per farla addormentare. E, dopo tanti sforzi, finalmente si addormentò e io andai nel mio letto; visto che ero molto stanca mi addormentai. E qui arrivò il brutto, si svegliò mia sorella però io non me ne accorsi fin dall'inizio, perciò non sapevo cosa dire alla mamma che so si sarebbe arrabbiata molto. Cercai di farla addormentare di nuovo, ma non ci riuscii perché continuava a piangere ed io non riuscivo a sopportarla perché ero veramente stanca.
La misi nella sua carrozzina per farla giocare con i suoi giocattoli e, finalmente, smise di piangere. Poi arrivò la mamma e, senza neanche chiedermi come stavo, se ero stanca, lei prese subito in mano la bambina. Mi arrabbiai molto e, per un giorno, non le rivolsi più la parola perché a momenti mi fumava il cervello. Lei rimase molto dispiaciuta perché capì il motivo del mio “non parlare” con lei. Mi porse le sue scuse, io le accettai e la abbracciai forte perché le voglio molto bene.
Concludo dicendoti una cosa che, nonostante tutto ciò, voglio e non smetterò mai di volere un mondo di bene a mia mamma e a tutta la mia famiglia.

Post scriptum
Francesca ha proseguito gli studi con buoni risultati alle medie inferiori ed alle superiori. Proprio in questi giorni ha ben superato l'esame di maturità e si è diplomata.


"Francesca Jupe sorride. Sono oramai trascorsi tre anni da quel rigido inverno del 1998 ...."

(Ercole Bonjean)

 

MATERIALE DIDATTICO FACILE DA SCARICARE E GRATUITO clic sull'immagine per ingrandirla, tasto destro e salva immagine - nel web dal 29 agosto 2009 - idea e realizzazione di Ercole Bonjean © Riproduzione riservata Copyright © 2009 -2010 - 2011 con il supporto tecnico di Alessandro Sposato www.xonic.it
Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento