DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

venerdì 25 febbraio 2011

Il testo narrativo fantastico - Il mago e la strega




Tema
Il mago e la strega

C'era una volta, tanto tempo fa,una strega che viveva in un bosco sempre buio, con gli alberi sempre spogli e rami che si aggrovigliavano formando reti spinose. La strega era sempre infelice e, chissà perché, a forza di esserlo diventò cattiva e sempre più invidiosa. Infatti poco distante da quell'orribile foresta viveva un mago che era vecchio e saggio e la sua casa si trovava proprio al centro di una rigogliosa foresta dove vivevano tanti animaletti e questo dava fastidio alla strega: si sentiva dimenticata. Così un giorno la poverina, stanca di essere là, nel nulla, da sola, decise di far provare la stessa situazione anche al mago che era abituato a vivere in pace nella natura. Preparò una pozione e si diresse verso la foresta. Appena arrivata versò un po' di liquido nelle radici degli alberi e delle piante. Ad un tratto le foglie degli alberi cominciarono a cadere, gli animali si nascosero nelle tane e il buio prevalse nella foresta. la strega a quel punto fu soddisfatta e se ne andò. Il mago, che viveva in una casa ricavata in una collinetta, era in una stanza appena illuminata e stava leggendo un librone di magia. Appena si accorse di quell'improvviso silenzio si precipitò fuori della stanza, corse su per le scale a chiocciola, percorse velocemente il corridoio buio e quando aprì la porta di casa vide che la foresta era completamente cambiata. Il mago, però, appena vide quel che era successo non esitò a pensare che l'artefice di tutto potesse essere stata proprio la strega Rosascura. Così, praticamente convinto, andò a casa della strega ele disse: "Se il motivo per cui rovini la mia foresta è perché la tua non ti piace potresti amarla e curarla finché non diventerà rigogliosissima!". La strega diede ascolto al mago e poco tempo dopo le due foreste tornarono ad essere rigogliose e piene di animaletti e da quel giorno in quelle foreste ci fu pace e armonia.

(Arianna, classe quinta)













Link correlati a questo post:

Il testo narrativo

Scrittura creativa

Tracce per i testi di tipo narrativo, descrittivo, argomentativo

Visualizza e stampa con Google Docs

Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

2 commenti:

Posta un commento