DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

lunedì 31 gennaio 2011

LA DESCRIZIONE DI AMBIENTI NATURALI



Sulle rive del mare

La grande palla di fuoco si rifletteva sull'acqua del mare. L'odore di salmastro, la sabbia fresca con qualche piccola conchiglia bagnata dall'acqua salata e i colori del mare e del cielo mi trasmettevano molte sensazioni: gioia, allegria, felicità e amore. Mi divertivo a lanciare i sassi e a udire il suono che facevano quando affondavano. Il venticello mi muoveva leggermente i capelli mentre i miei occhi guardavano cose meravigliose: il movimento delle piccole onde che accarezzavano gli scogli.
Guardando quell'immagine provai molte emozioni tanto da farmi scendere una lacrimuccia sulla guancia.

Giulia, classe quinta




In autunno nel bosco

Era una giornata soleggiata e decisi di andare a fare una capatina nel bosco. Arrivata a destinazione rimasi stupita dallo spettacolo che si presentava ai miei occhi. Cominciai ad osservare la natura. Vidi gli alberi ormai spogli, le foglie gialle e rossicce che formavano un tappeto coloratissimo ai piedi degli alberi, si sentivano gli scoiattolini che rosicchiavano le loro noccioline e gli uccelli spiccavano il volo appena sentivano il vento. Guardai bene e vidi piccoli acquitrini che il sole illuminava con i suoi raggi ancora potenti e, vicino ad essi, vidi piccoli funghetti cresciuti nella notte precedente.
Io mi avvicinai e li osservai meglio: erano veramente bellissimi! Arrivò l'ora di andarsene e provai dispiacere a lasciare quel bosco quasi magico che avevo osservato da molto tempo.

Aurora, classe quinta




In autunno nel bosco

Entrai nel bosco, sentivo il profumo delle foglie bagnate dalla brezza mattiniera. Pochi passi avanti trovai uno scoiattolo, nella sua tana, a sgranocchiare le nocciole, mi guardai attorno, il bosco era deserto: alberi spogli e secolari, tutti gli animali erano nascosti nelle loro tane e per terra vi era un tappeto di foglie di tanti colori diversi: verdi, gialle, rossicce, marroni. Continuai ad andare avanti, faceva sempre più freddo, anche l'armonioso cinguettio degli uccellini è di volta in volta più debole e stonato. Dopo qualche minuto avvistai un uccellino piccolo piccolo che saltellava di ramo in ramo. Ormai l'uscita dal bosco era vicina, tutto questo in me suscitò un gran piacere, tenerezza e infine tanta gioia: ero anche triste perché ormai ero fuori dal bosco, ma quelle immagini mi rimarranno impresse nel cuore.

Giorgia, classe quinta

Link correlati a questo argomento:

L'autunno

Il testo descrittivo

Scrittura creativa

Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento