DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

mercoledì 10 novembre 2010

Comprendere il significato della metafora e della similitudine.


Molto spesso nei testi o nelle poesie che studiamo, l'autore ci comunica determinati messaggi attraverso la metafora o la similitudine. Sarà bene chiarire il significato di queste parole e imparare a riconoscerle e ad usarle in modo appropriato.

La metafora:
la metafora consiste nel trasformare una parola, un'espressione, in un'immagine figurata.
Chiariamo subito quanto detto attraverso un esempio:
Mario è una volpe”
Ovviamente Mario non è una volpe ma noi lo figuriamo, lo immaginiamo tale; con questa espressione vogliamo dire che Mario è furbo.
Il leone è il re della foresta”
Sicuramente il leone non è un uomo e neppure un re; questa espressione si usa per dire che il leone è il più forte animale della foresta.
La parola metafora deriva dal latino metaphora che vuol dire “trasferimento”.

La similitudine:
la similitudine ha le stesse caratteristiche della metafora, vi si differenzia perché esprime un confronto, un paragone.
Può essere introdotta da comesimile asembra – ecc.
Esempi:
Ti sei bagnato come un pulcino”
Sembra che abbia le orecchie di un elefante”


Link correlati a questo argomento:




Visualizza e stampa con Google Docs

Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

2 commenti:

Posta un commento