DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

lunedì 5 aprile 2010

Il punto e la virgola.

Il punto

E’, in definitiva, il più semplice tra i segni d’interpunzione. Ha una funzione precisa: chiude un periodo compiuto in ogni sua parte, e tutto ciò che viene dopo esprime un nuovo pensiero, un nuovo ragionamento.

La virgola

La virgola è una pausa breve il cui uso nelle diverse situazioni linguistiche è una mera questione di gusti; definisce lo stile di chi scrive. Per sua natura non genera un vero e proprio stacco nel periodo, ma ne evidenzia i vari passaggi, senza modificarne il significato. Tutte le virgole presenti nella frase precedente potevano essere inserite o meno senza commettere nessun errore (passaggi,senza) passibile di bocciatura ad un esame o ad un concorso come recentemente accaduto per gli strafalcioni d’ortografia (sembra incredibile quanto appreso dagli organi d’informazione!). Vi sono tuttavia alcuni casi in cui la virgola è obbligatoria.
a) Prima e dopo le esortazioni (vocativo) “Prego, si accomodi, arrivo subito”; “Aspettami, vengo immediatamente”.
b) Per separare gli incisi in una frase. Si riconoscono facilmente perché non mutano in alcun modo l’essenza della proposizione principale, ma aggiungono informazioni che potrebbero,tuttavia, anche non esserci: “Nettuno, dio del mare, rese difficile la navigazione di Ulisse”, “Socrate, famoso filosofo greco, fu processato ingiustamente”.
c) In alcuni casi la virgola, se posta in punti diversi della stessa proposizione, modifica il significato della frase:
“E’ morto il Re, prega per la sua anima!” “E’ morto, il Re prega per la sua anima!”. E’ proprio il caso di dire che una piccola virgola può, talvolta, cambiarti la vita…

Ercole Bonjean

Post correlato a questo argomento:

Come si scrive?

Visualizza e stampa con Google Docs
Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento