DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

domenica 7 febbraio 2010

La descrizione soggettiva ed oggettiva: la traccia del lavoro, il testo "La mia aula".









La descrizione

La descrizione ci consente di conoscere, attraverso l'uso appropriato della parola, com'è fatta una persona, un animale, una cosa, un ambiente, descrivendone le caratteristiche e gli aspetti più significativi.
La descrizione può essere: oggettiva o soggettiva.

La descrizione oggettiva

La descrizione viene elaborata attraverso una serie di dati condivisibili da tutti, si tratta quindi di una descrizione impersonale

La descrizione soggettiva 

E' una descrizione personale dove l'autore esprime sensazioni, impressioni, opinioni, dandone una personale interpretazione.

La mia aula (descrizione oggettiva)

Quando entro in classe noto subito che è un'aula spaziosa: contiene venticinque alunni più il maestro. Dispone di due lavagne e di due armadi contenenti libri e quaderni. Su Piazza Roma si affacciano due finestre, coperte da tendine bianche, sotto le quali si trovano due termosifoni che riscaldano l'aula. Appesi alle pareti ci sono dei cartelloni, delle carte geografiche e degli strumenti fatti da noi utilizzando delle conchiglie. davanti ai nostri banchi ve ne sono altri due che reggono alcune coppe e dei gessi colorati. Le pareti sono molto alte e dal soffitto pendono quattro lampadari al neon. Il pavimento è formato da piastrelle bianche e, in fondo all'aula, si trova un piccolo banchetto che regge il nostro stereo.

La mia aula (descrizione soggettiva)

Quando entro in classe noto subito che è un'aula spaziosa, deve contenere venticinque alunni! inoltre a me pare accogliente anche se è un po' vecchia e siccome è la stessa in cui siamo stati in terza e quarta, mi sembra strano che l'anno prossimo la cambieremo! In classe ci sono due lavagne, una murale e una posta su un piedistallo e due spaziosi armadi. su piazza Roma si affacciano due finestre che illuminano l'aula e, a volte, la rendono anche allegra. La cattedra è grossa e quasi sempre ricoperta di cianfrusaglie. appesi alle pareti si trovano dei cartelloni e degli strumenti carini costruiti da noi. Dal soffitto pendono quattro lampadari al neon. Al fondo dell'aula si trova un banchetto dove è appoggiato il nostro stereo blu. L'aula mi piace così com'è e anche se a volte vorrei cambiare un po', ormai mi sono abituata a questa qui!

Arianna, classe quinta

Link correlati a questo post:

La descrizione soggettiva: "La piazza della mia scuola".

La descrizione di un ambiente naturale: traccia del lavoro.

Il testo descrittivo

Visualizza e stampa con Google Docs

Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento