DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

sabato 27 febbraio 2010

I verbi: forma attiva e forma passiva. - Spiegazioni ed esercizi grammaticali. - Scheda stampabile dell'unità didattica












Conoscere ed usare nel linguaggio corrente la forma attiva e la forma passiva dei verbi.

La vignetta ci illustra questa situazione:

- Nicolas calcia il pallone.
Il bambino è il soggetto che compie l'azione.
L'azione del bambino ricade sul pallone.
Il pallone subisce l'azione compiuta da Nicolas.

- Il pallone è calciato da Nicolas.
In questa seconda frase il soggetto è il pallone che, però, subisce ancora l'azione.
Infatti, in tutte e due i casi: l'azione del calciare è compiuta da Nicolas; in tutti e due i casi il pallone subisce l'azione.
Nella prima frase però è il bambino (soggetto) in primo piano, mentre nella seconda è il pallone che diventa soggetto e passa in primo piano.

La grammatica definisce il verbo della prima frase verbo di forma attivail verbo della seconda frase verbo di forma passiva.
In conclusione abbiamo:

1^ frase: Nicolas calcia il pallone. > Nicolas soggetto > calcia predicato verbale > il pallone > complemento oggetto. FORMA ATTIVA

2^ frase: Il pallone è calciato da Nicolas. Il pallone: soggetto > è calciato: predicato verbale > da Nicolas: complemento d'agente. FORMA PASSIVA

Nella forma passiva notiamo che il tempo semplice del verbo diventa tempo composto formato dal verbo essere e dal participio passato del verbo calciare.

Al lavoro!

Trasforma le frasi forma attiva, in forma passiva, come nell'esempio:

Davide (SOGGETTO) scrive una lettera (COMPLEMENTO OGGETTO).

Una lettera (SOGGETTO) è scritta da Davide (COMPLEMENTO D'AGENTE).
  1. Giorgia affetta il pane.
  2. Cristiano mangia la mela.
  3. Francesca ripassa la lezione.
  4. Il chirurgo opera il malato.
  5. Il topo rosicchia il formaggio.
Trasformo le frasi di forma attiva in forma passiva.
  1. Il pane è affettato da Giorgia.
  2. La mela è mangiata da Cristiano.
  3. La lezione è ripassata da Francesca.
  4. Il malato è operato dal chirurgo.
  5. Il formaggio è rosicchiato dal topo.
Link correlati a questo post:





Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento