DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

martedì 24 novembre 2009

Il testo narrativo (schema)







Quella volta mi sono sentito proprio soddisfatto perché...

Era una mattina come tante altre, mi ero lavato, mi ero vestito ed ero andato a scuola.
Quando arrivai in classe vidi che c'era un clima diverso e che i compagni presenti erano pieni di emozione perché quel giorno avremmo nuotato nel mare della fantasia con tutti i personaggi creati dall'immaginazione... dovevamo scrivere la nostra prima favola.
Il maestro ci dettò uno schema, da sviluppare per creare la nostra favola.
Scrivemmo per ore ma alla fine ottenemmo un bel risultato. Andammo a correggere la storia con il batticuore ed il maestro ci fece tanti complimenti.
Quel giorno rimasi molto soddisfatto perché avevo scritto una storia, per me, fantastica. E indovinate un po' come si chiamava il protagonista della storia: Hercules!



Quella volta l'ho combinata veramente grossa...

Era un giorno felice nella mia casa perché mio padre aveva appena finito i pitturare il muro della sala e così, per festeggiare, andò a comprare dei pasticcini.
Io appena provavo ad avvicinarmi alla sala, venivo subito richiamato dalla mamma che veniva a prendermi perché aveva paura che toccassi il muro.
Io, che non capivo, mi chiedevo sempre:
Perché non mi fa entrare?”.
Poi mi mise nel mio letto e mi disse:
Non uscire di lì”.
Io, non mi mossi dal letto finché non arrivò mio papà e quando arrivò portò con sé anche i pasticcini. Ne diedero tre a me, e io, che non sapevo cosa fossero, provai a lanciarne uno nel muro appena pitturato.
Li lanciai tutti e tre e risi dal divertimento. A mio padre toccò ripitturarlo e mia madre mi spiegò che i dolci si mangiano e non si tirano.




Quella volta non avevo eseguito i compiti e avevo paura che...

Una volta la maestra Tilde assegnò alla classe il seguente compito :
Studia le regole sulle unità di peso sul quaderno”.
Io dimenticai di studiarle e così a scuola rimasi impietrito appena la maestra Tilde arrivò perché avevo paura di prendere un bruttissimo voto.
Prima, la maestra Tilde, interrogò la classe sulle misure di peso, poi su quelle di lunghezza e infine sulle regole.
Interrogò per prima la fila della finestra, poi le due centrali e infine quella della parte dove ero seduto.
Io ascoltai con interesse le interrogazioni dei miei compagni e riuscii ad imparare tutta la lezione e così quando la maestra Tilde mi interrogò, regola per regola le dissi tutte.
Che paura quando la maestra mi chiamò ma per fortuna quel giorno si concluse con un lieto fine!


IL TESTO NARRATIVO: "IMMAGINO DI VIVERE NELLA PREISTORIA"

Immagino di vivere nella preistoria...

Ciao! Mi chiamo Simus, mia moglie Cocorita e i miei due figli gemelli Belgio e Tassarou.
Viviamo nella preistoria in una caverna vicino ad un fiumiciattolo che noi chiamiamo Orus. Per noi questo fiume è sacro perché noi crediamo che attraversi tutto il mondo.
Oltre a noi ci sono altre famiglie nella valle Engandada.
Non dobbiamo uscire armati perché qui da noi ci sono tante belve feroci in giro.
Un giorno Belgio e Tassarou caddero in una gola, purtroppo anche tre iene se ne accorsero e videro l'occasione ghiotta per mangiarseli.
Mia moglie, prima di mandarli a giocare, li aveva raccomandati di non portare alcune armi con loro perché si potevano fare male.
I due disubbidirono e si portarono pietre appuntite e legnetti affilati.
I fratelli, appena videro le iene, si ricordarono dei legnetti e delle pietre prese dalla caverna e li scagliarono contro gli animali che fuggirono impauriti.
Appena tornarono alla caverna, ci raccontarono tutto, quella sera ci fu una grande festa per ringraziare il dio Orus.



clic sull'immagine per ingrandirla, tasto destro e salva immagine - nel web dal 29 agosto 2009 - [ideazione e realizzazione di Ercole Bonjean]con la collaborazione di Nadia Fatnassi © Riproduzione riservata Copyright © 2009 -2010

Un'esperienza scolastica

IL TESTO NARRATIVO - UN'ESPERIENZA SCOLASTICA

IL TESTO NARRATIVO - UN'ESPERIENZA SCOLASTICA

MARTEDÌ 19 OTTOBRE 2010


Il testo fantastico: schema ed illustrazione con il disegno e i fumetti.

FANTASTIC COMPOSITION - TESTO FANTASTICO



PRIMARY SCHOOL - FANTASTIC COMPOSITIONS


clic sull'immagine per ingrandirla, tasto destro e salva immagine - nel web dal 29 agosto 2009 - [ideazione e realizzazione di Ercole Bonjean]con la collaborazione di Nadia Fatnassi © Riproduzione riservata Copyright © 2009 -2010

LUNEDÌ 18 OTTOBRE 2010


Il testo narrativo: cronaca del torneo di scacchi.







Il testo narrativo

L'autore di questo tema, ora ha ventitré anni, era dotato di capacità intellettive al di sopra della norma. Non studiava molto e non ha ottenuto buoni risultati nei successivi studi anche per il suo carattere ribelle ed indomabile. "La mia sola regola è che non vi sono regole", io divenni l'eccezione a questa massima, si riconosceva in me ed intuiva le affinità interiori o semplicemente mi voleva bene ed io gliene volevo. Non è proibito dal regolamento della scuola.






SIAMO NOI A DOVERCI ALLENARE! GRAZIE! ERCOLE BONJEAN




I

I
Tratto dal libro "Il maestro sembra un clown" di Ercole Bonjean Centro Editoriale Imperiese 1996

Testi di vario genere (su tema argomentativo e narrativo [schema di lavoro])




Ho raggruppato in un unico contenitore i testi di tipo narrativo e di tipo argomentativo. Come sempre tento di rispettare la linea conduttrice del sito di didattica della lingua italiana, pertanto si propongono iter didattici sul lavoro effettivamente svolto in classe. Sto lavorando al fine di inserire nel web i lavori che maggiormente ci interessano oramai nell'immediato. Mi riferisco al progetto accoglienza, alla continuità didattica, alle prove d'ingresso per tutte le classi. Sin d'ora potrete tuttavia trovare il materiale che vi occorre nelle due side bar a destra ed a sinistra del sito come nelle etichette. Il motore di ricerca Google in pool position, ancora migliorato, vi consentirà una semplice ed efficace navigazione all'interno dei tre siti di didattica. 
Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento